Ominide 2324 punti

Il quantitativo d’acquisto ottimale (lotto economico)

Una volta fissato il volume globale di acquisti occorrenti, si tratta di suddividerli nel corso dell’esercizio in modo che i quantitativi ogni volta acquistati e il numero di acquisti effettuati soddisfino le esigenze di economicità ed efficienza della gestione. Bisogna determinare quanto ordinare ogni volta e quando effettuare le varie ordinazioni.

Per lotto economico d’acquisto si intende la quantità che ogni volta compone l’approvvigionamento in modo che venga resa minima la combinazione dei costi di ordinamento e di stoccaggio. I costi di ordinazione sono costituiti dai costi amministrativi per la ricerca dei fornitori, per l’emissione degli ordini d’acquisto, per il controllo delle merci in arrivo e per la loro emissione nei magazzini e dai costi connessi ai controlli sui documenti e alle loro registrazioni.

Il costo totale annuo di ordinazione è espresso dalla seguente relazione:

o = N/Q x Cf

Dove:
Co = costo totale annuo di ordinazione;
N = quantità da acquistare nel corso dell’anno;
Q = quantità acquistata ogni volta (lotto di acquisto);
N/Q = numero degli ordini d’acquisto da effettuare nel corso dell’anno;
Cf = costo di emissione di ciascun ordine.

I costi di stoccaggio sono rappresentati dagli oneri finanziari sul capitale impiegato per l’acquisizione delle scorte, dei costi per la gestione del magazzino, da altri costi di assicurazione, perdite per deterioramento od obsolescenza.
Il costo totale annuo di stoccaggio per ciascun tipo di scorta è direttamente proporzionale alla quantità di stock presente mediamente in magazzino ed è espresso dalla seguente relazione:

Cs = Cu x P x Q/2

Dove:
Cs = costo totale annuo di stoccaggio;
Cu = costo annuo di stoccaggio riferito a un euro di valore delle scorte presenti in magazzino;
P = prezzo di acquisto unitario;
Q = quantità di stock approvvigionata ogni volta (lotto di acquisto);
Q/2 = quantità di stock mediamente presente in magazzino.

Il costo annuo di stoccaggio riferito a ciascun euro di valore di scorta in magazzino si calcola dividendo il costo totale annuo di stoccaggio per il valore della scorta media e rappresenta un valore in parte stimato.
La soluzione matematica può fornire un’utile indicazione a proposito del trend che caratterizza l’azienda, ma la scelta definitiva in merito alla quantità da acquistare ogni volta verrà assunta tenendo conto anche di altri elementi.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email