Video appunto: Allocazione ottimale delle risorse

Allocazione ottimale delle risorse



La distribuzione della ricchezza riguarda il prezzo a cui le merci prodotte possono essere vendute e la maniera con la quale il risultato di ogni processo produttivo, ossia il reddito,può essere suddiviso tra i membri della collettività che hanno contribuito a produrlo: quale possa essere il livello dei salari con cui sono remunerati i lavoratori, quello dei profitti degli imprenditori, o quello delle rendite dei proprietari di risorse naturali.


In breve possiamo affermare, con l'economista Paul Samuelson (1915, Premio Nobel per l'economia nel 1970), che l'economia politica è la scienza che studia quali beni produrre, in quali condizioni produrre e per chi produrre.
L'insieme di queste tre domande:
- che cosa produrre;
- come produrre;
- per chi produrre
costituisce quello che gli economisti chiamano il problema della allocazione delle risorse ed è uno degli aspetti più importanti di un sistema economico.
L’allocazione delle risorse può avvenire a opera di un'istituzione politica (economie pianificate) oppure a opera del mercato (economie capitalistiche).
L'incapacità delle economie pianificate di risolvere in maniera soddisfacente il problema dell'allocazione delle risorse, a differenza del sistema di libero mercato, è stata all'origine del loro fallimento.
Il metodo dell’allocazione ottimale delle risorse è stato collaudato, durante la seconda metà del XX secolo, dall’economista Richard Musgrave. Esso mira a favorire l’integrazione fra domanda e offerta pubbliche e private, dando così vita a un macro-sistema economico aggregato.