Elo1218 di Elo1218
Ominide 1492 punti

Offerta e prezzo di equilibrio


L'offerta


Per offerta si intende la quantità di bene che i produttori sono disposti a vendere a un certo prezzo. Essa può essere globale o individuale. L’aumento della curva dell’offerta è opposto a quella della domanda, i prezzi bassi fanno diminuire l’offerta e i prezzi alti la fanno aumentare.

Variazioni dell’offerta indipendenti dal prezzo


La quantitàofferta di un bene può subire variazioni con spostamenti della curva verso destra quindi si verifica un aumento dell’offerta globale, o verso sinistra in caso di diminuzione A prezzo nullo la quantità offerta è uguale a zero e quindi la curva nasce sempre dall’origine degli assi.

Lo spostamento può dipendere da:
1)Variazione dei costi di produzione: i fattori che li fanno variare sono i prezzi delle materie prime, le variazioni del costo del denaro;
2)Variazione del numero dei produttori.
Le variazioni dell’offerta possono essere dovute anche alla speculazione dei produttori, alla guerra, a carestie.

L’elasticità dell’offerta


L’offerta può essere: elastica o rigida. L’offerta è rigida per i beni non riproducibili (aree edificabili) o per i produttori che richiedono un certo tempo per poter immessi sul mercato.
Il coefficiente di elasticità (e) è dato dal rapporto tra variazione percentuale della quantità offerta e variazione percentuale del prezzo: e = dQ / dP.
Se il rapporto assume valori superiori a uno si ha l’offerta elastica, quando è inferiore a uno l’offerta è rigida.

Il prezzo di equilibrio


Sovrapponendo le curve che rappresentano il mercato di un determinato bene, si può notare che la curva della domanda (D) e quella dell’offerta (O) si incontrino in un punto, a cui corrisponde un certo prezzo (P) e una certa quantità (Q). Ciò significa che l’insieme dei compratori è disponibile ad acquistare una certa quantità di un bene e l’insieme dei venditori è disponibile a vendere la stessa quantità. Quindi esiste un prezzo di equilibrio che rende uguali la quantità domandata e la quantità offerta.
Se il prezzo è più alto di quello di equilibrio si ha un eccesso di offerta. Se il prezzo è inferiore a quello di equilibrio si ha un eccesso di domanda. Si può affermare che il mercato in regime di libera concorrenza tende “naturalmente” verso l’equilibrio.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email