Marketing mix


Il marketing mix è l'insieme di azioni coordinate che consente di raggiungere gli obbiettii di mercato stabilito dall'impresa. Si tratta di una combinazione di elementi (4 P)
1 Product 2 Price 3 Promotion 4 Place.

La politica del prodotto


dopo lo studio dei bisogni e dei comportamenti dei consumatori è necessario stabilire quale prodotto bisogna produrre. Un prodotto può essere definito buono quando presenta caratteristiche tangibili (fisiche) e caratteristiche intangibili (qualità, marca) la cui combinazione risulta benefica per il cliente. Per questo motivo un prodotto ha valore quando presenta dei segni distintivi rispetto alla concorrenza. Si parla quindi di "ciclo di vita del prodotto", ovvere le varie fasi che attraversa il prodotto sul mercato.
1 Introduzione
2 sviluppo
3 maturità
4 declino
5 abbandono

La politica di prezzo


Il prezzo è uno dei fattori guida nella scelta di acquisto di un elemento. Il prezzo è relativamente codizionante se il prodotto non è sostituibile o se ha caratteristiche che lo distinguono nettamente dagli altri prodotti.
Per fissare il prezzo un'azienda deve determinare un prezzo base per il prodotto (si forma il sistema dei prezzi) e successivamente deve individuare quali obbiettivi di prezzo vuole ottenere. Di solito si mira agli obbiettivi di profitto che in genere esprimono una percentuale di guadagno che si vuole ottenere con la vendita di un determinato prodotto. Si hanno varie tecniche per fissare il prezzo:
Return on investiment: tiene conto del capitale investito
pricing: consiste in un aumento della quota di mercato
cash flow: si stabiliscono i prezzi in modo da recuperare denaro liquido nel minor tempo possibile.
Cost plus: è il metodo più utilizzato in quanto consente di recuperare il costo complessivo. Ai costi medi si aggiunge un margine di profitto
mark-up: consiste nell'aggiungere ai costi variabili una percentuale che è in grado di coprire i costi fissi e le spese generali.
Breack even point: ricavi totali- costi totali

Politica di distribuzione


La politica di distribuzione riguarda le modalità con il quale il prodotto raggiunge in consumatore.
Un canale di distribuzione può essere:
Breve---> quando la merce va dal produttore al consumatore.
Medio ---> quando la merce passa attraverso un intermediario.
Lungo ---> quando la merce passa per due o più intermediari
Nel settore turistico sono più comuni i canali brevi o medi, infatti nel primo caso si fa riferimento ad una vendita diretta per mezzo del proprio personale; nel secondo caso si ragiunge il cliente tramite un terzo (agenzie di viaggi)

Politica di promozione


Ogni impresa ha la necessità di comunicare delle informazioni inerenti al proprio prodotto per poter suscitare interesse nel consumatore, per riuscire a convincerlo ad acquistare e questo viene fatto attraverso la promozione e comunicazione.

Pubblicità e pubbliche relazioni


La pubblicità è una forma promozionale di idee, beni o servizi da parte di un promotore effettuata a scopo di lucro. Essa deve essere calibrata in base alla missione, messaggio, canali, risorse finanziarie e quantificazione dei risultati. Le pubbliche relazioni sono quindi le attività volte a fornire la giusta immagine dell'impresa per i clienti o il pubblico in generale, raggiungono direttamente il target di riferimento e hanno costi minori rispetto alla pubblicità.

Promozioni e vendita


Per promozione vendita si intende tutte quelle serie di attività che conferiscono un valore aggiuntivo temporaneo al prodotto per facilitarne la vendita.
Altre forme di promozioni e vendita possono essere le telepromozioni, il co-marketing (un'azienda pubblicizza indirettamente un prodotto di un azienda di un altro settore), il direct marketing che fa uso di qualsiasi altro mezzo promozionale, e infine il personal selling che fa riferimento alla capacità di vendita che ha un singolo individuo nei confronti di un potenziale cliente.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email