Ominide 4173 punti

L’equilibrio dell’impresa monopolistica


• Nel mercato monopolistico c’è una sola impresa che offre beni del quale non esistono surrogati
• Nel monopolio il prezzo viene determinato dal venditore e per questo l’impresa monopolistica viene chiamata price maker
• Il prezzo agisce in funzione inversa rispetto alla quantità prodotta.
L’impresa può:
• Fissare il prezzo del bene ma non determinare la quantità della domanda
• Fissare la quantità della produzione ma non determinare il prezzo di vendita
• All’aumentare della quantità, il ricavo unitario medio e il ricavo marginale diminuiscono ma la variazione maggiore l’avrà il ricavo marginale
• Punto di Cournot = punto d’equilibrio e d’incontro tra il costo marginale e il ricavo marginale. Il ricavo totale aumenta finché non si arriva al punto d’equilibrio ma diminuisce se lo oltrepassi
La discriminazione dei prezzi nel monopolio:
• Prezzi multipli  l’impresa stabilisce un prezzo diverso a ciascuna varietà del prodotto (es. editoria: mercato di più edizioni dello steso libro)
• Rendita del consumatore  differenza tra il prezzo che il prezzo sarebbe disposto ad acquistare (prezzo di riserva) e il prezzo effettivamente pagato
• I prezzi multipli hanno una funzione sociale con la diversificazione dei prezzi l’impresa può offrire un servizio a prezzi inferiori ai costi di produzione, coprendo le perdita con i ricavi provenienti dal servizio a prezzo superiore
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email