Video appunto: Efficienza dello scambio, produzione e composizione

Efficienza dello scambio, produzione e composizione



Per essere efficiente da un punto di vista paretiano un sistema economico deve garantire:
- l’efficienza dello scambio;
- l’efficienza della produzione;
- l’efficienza nella composizione del prodotto finale.

Distribuzione delle torte



Si considera raggiunta l'efficienza dello scambio quando le persone non desiderano compierne altri.
Consideriamo ancora le nostre due amiche e supponiamo che per l'ultimo giorno di scuola abbiano preparato una torta di mele e una torta al cioccolato. Ogni torta viene divisa in dieci fette e distribuita casualmente tra i venti compagni. Finita la distribuzione chi non ama il cioccolato cercherà di scambiare la propria fetta di torta con una fetta di torta di mele e viceversa. Potremo considerare efficiente la distribuzione delle torte soltanto se, alla fine, chi ama il cioccolato avrà avuto la torta al cioccolato e chi ama le mele avrà ottenuto la torta di mele.
Si considera raggiunta l'efficienza della produzione se non
è possibile aumentare la produzione di un bene senza diminuire la quantità prodotta di un altro.

Composizione del prodotto finale



Supponiamo che Paola e Francesca disponessero soltanto di un chilogrammo di farina per realizzare le loro torte. La loro posizione è efficiente se tutta la farina viene impiegata, mentre qualsiasi soluzione che preveda un avanzo di farina è inefficiente.
L'efficienza nella composizione del prodotto finale costituisce una sintesi delle prime due.