Hope_ di Hope_
Ominide 461 punti

I depositi tempo e i depositi moneta

I depositi sono una raccolta di fondi con cui la banca stessa diventa debitrice nei confronti dei depositanti. Le tipologie di deposito sono due:
-Depositi tempo: una forma d’investimento per i clienti. Chi deposita lascia alla banca la disponibilità del denaro con una certa stabilità così da conseguire un’adeguata remunerazione del capitale. I depositi tempo sono caratterizzati da un vincolo temporale (impregno da parte del depositante di mantenere il capitale presso la banca fino a una determinata scadenza). Alcuni depositi tempo vincolati non prevedono la possibilità di liquidazione prima della dalla stabilita; in altri casi la possibilità c’è ma con pagamenti di penali onerosi per il cliente. Tra i depositi tempo rientrano:
1. Depositi a risparmio: forma più tradizionale di deposito a tempo. È utilizzato principalmente dalle famiglie come forma di investimento delle somme di denaro sottratte al consumo. Questo deposito è associato ad un libretto, ovvero un documento rilasciato dalla banca al depositante sul quale vengono registrate in ordine cronologico le diverse operazioni. Il libretto può essere:

Libretto nominativo: riporta le generalità del titolare (o più), che è il solo autorizzato ad operare sul deposito;
Libretto al portatore: consente l’utilizzo dello stesso a chiunque lo presenti allo sportello. Ma è comunque identificabile poiché è intestato a chi chiede l’apertura del deposito a risparmio. Questi tipi di libretti non possono avere importo pari o superiore a 1.000 euro.
o Depositi a risparmio vincolati: il titolare si impegna a non chiedere la restituzione delle somme depositate per un determinato periodo di tempo.
2. Certificati di deposito: titoli di credito che rappresentano un deposito a scadenza vincolata. Con questo il cliente si impegna a mantenere investita una somma di denaro per un determinato tempo, ricevendo alla scadenza gli interessi. Non sono ammessi versamenti o prelevamenti prima della scadenza. Può essere nominativo o al portatore con scadenza compresa tra 3 mesi e 5 anni. Esistono tre categorie di certificati di deposito:
Certificati zero coupon emessi ad un prezzo inferiore rispetto al prezzo di rimborso e la remunerazione consiste nella differenza tra i due valori;
Certificati a tasso fisso, ovvero il tasso è sempre quello durante tutta la durata del vincolo;
Certificati a tasso variabile, ovvero il tasso d’interesse varia a seconda di parametri di indicizzazione prefissati.
3. Le operazioni pronti contro termine: contratti con cui una banca vende a un cliente una determinata quantità di titoli a un dato prezzo con la promessa di riacquistarli dal cliente stesso a un prezzo e a una data futura pattuiti.
-Depositi moneta: ha funzione monetaria. Sarebbe il conto corrente con cui la banca fornisce a chi deposita mezzi di pagamento e servizi diversificati.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email