Video appunto: Decisioni indipendenti coordinate dal mercato

Decisioni indipendenti coordinate dal mercato



Ogni atto di scambio instaura una relazione tra due soggetti, dei quali uno vende e l'altro acquista. Il mercato è costituito dall'insieme di queste relazioni tra tutti i compratori e i venditori. Così, per esempio, il mercato dei pop corn stabilisce una relazione tra chi acquista pop corn da un lato e le imprese che li producono dall'altro.

Poiché ogni scambio avviene su base volontaria, non esiste nessuna forma di coordinamento a priori tra la decisione dell'impresa su quanti pop corn produrre e la decisione dei consumatori sulla quantità da acquistare. Può accadere, per esempio, che l'impresa produca dieci tonnellate di pop corn, mentre i consumatori sono interessati ad acquistarne non più di sette; oppure che l'impresa ne produca sette, quando i consumatori vorrebbero acquistarne dieci. In entrambi i casi, i pop corn venduti e quindi acquistati saranno sette, perché prevale il lato corto del mercato; tuttavia, nel primo caso, l'impresa si troverà un quantitativo di merce invenduta nei magazzini e dunque non sarà soddisfatta del proprio risultato, mentre nel secondo caso a non essere soddisfatti saranno i consumatori che dovranno accontentarsi di una quantità di merce inferiore alle loro aspettative.

Sia in un caso sia nell'altro comunque il mercato mette in relazione le decisioni indipendenti degli operatori economici.
Nel corso del tempo, inoltre, attraverso progressivi aggiustamenti che coinvolgono tanto i prezzi quanto le quantità prodotte e domandate, il mercato riesce a coordinare meglio il rapporto tra la domanda e l'offerta e in ultima istanza il prezzo finisce per collocarsi ai livello in cui domanda e offerta si equivalgono.