Sapiens Sapiens 13861 punti

Concetti utilizzati nel commercio

1. Costo + Guadagno = Ricavo
da cui otteniamo per formula inversa:
• Costo Ricavo – Guadagno
• Guadagno = Ricavo – costo
2. Peso netto + Tara = Peso lordo
da cui otteniamo per formula inversa:
• Peso netto = Peso lordo – Tara
• Tara = Peso lordo – Peso netto
3. Peso netto spedito - Peso netto a destino = Calo
da cui otteniamo per formula inversa:
• Peso netto a destino = Peso netto spedito – Calo
• Peso netto spedito = Peso netto a destino + Calo
4. Costo totale = Costo d’acquisto + Spese
da cui otteniamo per formula inversa:
• Costo di acquisto = Costo totale - spese
• Spese = Costo totale – Costo d’acquisto
5. Ricavo netto = Ricavo di vendita lordo – Provvigione
da cui otteniamo per formula inversa:
• Ricavo di vendita lordo = Ricavo netto + Provvigione
• Provvigione = Ricavo di vendita lordo – Ricavo netto
6. Stipendio netto = Stipendio lordo – Ritenute previdenziali e fiscali
da cui otteniamo per formula inversa:
• Ritenute previdenziali e fiscali = Stipendio lordo – stipendio netto
• Stipendio lordo = Stipendio netto + Ritenute previdenziali e fiscali

La provvigione è il compenso in percentuale a cui hanno diritto gli intermediari delle vendite, come gli agenti commerciali e i rappresentanti. Esso è calcolato sul prezzo di vendita.
Le ritenute previdenziali e fiscali sono somme trattenute in percentuale dal datore di lavoro sulla retribuzione del dipendente. Le ritenute previdenziali devono essere versate agli istituti previdenziali (INPS) e andranno a costituire il trattamento pensionistico, mentre le ritenute fiscali sono tributi da versare all’ Erario e confluiscono nella dichiarazione dei redditi.
Nel commercio si parla spesso anche di grandezze proporzionali. Due grandezze fra di loro possono essere direttamente od inversamente proporzionali. Sono direttamente proporzionali quando raddoppiando o triplicando la prima anche la seconda raddoppia o triplica. Esempio: vendita/guadagno: se le vendite aumentano anche il guadagno aumenta. Due grandezze sono inversamente proporzionali quando aumentando la prima la seconda diminuisce. Esempio: velocità/tempo: se andando in macchina, aumentiamo la velocità, il tempo necessario per arrivare a destinazione diminuisce.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email