Eliminato 896 punti

Il Break-Event Point

Una fondamentale applicazione dei problemi riguardanti le redditività della gestione è quello che si basa sull'individuazione del punto di equilibrio, ovvero il punto in cui: RICAVI TOTALI = COSTI TOTALI.
In tale punto ovviamente non si ha n profitto né perdita, perciò permette di individuare il volume produttivo oltre il quale si inizia a generare un utile o sotto il quale si sopporta invece una perdita.

Procedimento matematico:
Q = quantità prodotta e venduta
p = prezzo unitario di vendita
cv = costo variabile unitario
CF = costi fissi totali
Re = risultato economico

Re = p x Q – (cv x Q + CF)

Il punto di equilibrio si ha per Re = 0 (cioè costi totali uguali a ricavi totali)
0 = p x Q – (cv x Q + CF)
p x Q = cv x Q + CF
p x Q – cv x Q = CF
Q x (p – cv) = CF

Q = CF/ p-cv

p – cv non è altro che il margine unitario di contribuzione, logicamente più esso è alto, minore sarà il volume di vendita che darà profitto.

Molto importante è anche l’individuazione del margine di sicurezza. Tale valore permette di individuare di quanto può diminuire il fatturato, o la quantità venduta, prima di entrare nell’area di perdita.
MS = Ricavi effettivi – Ricavi nel BEP x 100
Ricavi effettivi
Il MS può essere anche espresso in Q.
MS = Q vendite – Q nel BEP x 100
Q vendite

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità