E' possibile definire un vettore aereo come "l'impresa che esercita servizio di trasporto aereo dietro compenso, in modo regolare o meno, per il trasporto di passeggeri, posta e merce". Le compagnie di trasporto si possono suddividere in due gruppi: le compagnie di bandiera e le compagnie low cost.

Compagnie di bandiera
Rappresentano ufficialmente il proprio Paese e a volte possono essere gestite anche da operatori pubblici. Attualmente quasi tutte sono in mano a società private. Sul mercato si sono affacciate anche numerose compagnie minori, che operano nello stesso territorio, a volte in concorrenza tra loro.

Compagnie low cost
Nascono in USA negli anni Settanta e offrono servizi di trasporto passeggeri a prezzi molto bassi, grazie ad alcune scelte organizzative ben precise, per esempio:

  • no catering a bordo;

  • no assegnazione dei posti;

  • no programmi di fidelizzazione;

  • utilizzo di aeroporti minori;

  • no vendita tramite GDS ma direttamente su Internet;

  • stipendi più bassi per il personale;

  • outsourcing di alcuni servizi.

  • Tra le compagnie aeree più conosciute, citiamo Ryanair, EasyJet, Wind Jet, Air Italy, Blu Express ecc.

    Le tipologie di collegamento
    I collegamenti organizzati da un vettore aereo possono essere di due tipi:

  • voli di linea: servizi organizzati con regolarità, tutti i giorni o in particolari date prefissate e a un determinato orario; sono gestiti da compagnie aeree che hanno ottenuto una precisa concessione dai relativi governi;

  • voli charter: servizi effettuati su aerei noleggiati da privati, tour operator o altri organizzatori di viaggi; possono essere di vario tipo, a seconda del contratto che viene stipulato con la compagnia aerea che li organizza.
  • Il biglietto aereo
    Il biglietto aereo è il documento ufficiale che attesta l'esistenza di un contratto di trasporto tra la compagnia aerea e il consumatore. Viene emesso dal vettore dopo aver ricevuto il pagamento dell'importo pattuito per il trasporto; è nominativo, non trasferibile, valido solo per uno specifico volo e nella data stabilita. Fino a qualche anno fa i biglietti potevano essere emessi soltanto da agenzie di viaggio IATA, che avevano una specifica autorizzazione internazionale e rispondevano a precisi requisiti di sicurezza e affidabilità. Oggi molte cose sono cambiate e ormai i vecchi biglietti cartacei vengono sempre più spesso sostituiti con i cosiddetti "biglietti elettronici", che hanno il vantaggio di poter essere inoltrati tramite mail o fax in modo facile e veloce, con costi sicuramente inferiori.

    La grande rivoluzione è iniziata con lo sviluppo di Internet e con l'avvento delle compagnie low cost, che incoraggiano il consumatore a prenotare il proprio biglietto direttamente tramite il sito della compagnia.

    Il biglietto elettronico
    Il biglietto elettronico deve presentare tutti gli elementi essenziali evidenziati per il modello cartaceo, però può essere realizzato con una grafica diversa e di più facile lettura, in modo da poter essere scaricato da Internet facilmente e stampato su normali fogli di carta in formato A4.

    La procedura per l'acquisto dei biglietti aerei
    Le modalità per acquistare un biglietto aereo sono essenzialmente tre:

  • rivolgersi a un'agenzia di viaggi tradizionale;

  • servirsi delle numerose offerte online delle web agency;

  • acquistare direttamente il biglietto presso il sito della compagnia.

  • Naturalmente, il canale tradizionale presenta il vantaggio di costruire una garanzia di professionalità nella scelta del volo e del vettore migliori, nonché la certezza dell'assistenza nel caso di problemi di varia natura. L'acquisto online rappresenta un metodo attualmente in espansione, ma è adatto a consumatori più esperti e richiede l'uso della carta di credito.

    Hai bisogno di aiuto in Economia e diritto?
    Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
    Registrati via email