gio9567 di gio9567
Ominide 806 punti

Il rilievo architettonico

Il rilievo architettonico di un oggetto può essere definito come il complesso delle operazioni necessarie per il reperimento dei dati che permettono la sua rappresentazione geometrica.

Il rilievo può essere servito ad indicarne:

-il sistema costruttivo ;
-i materiali impiegati ;
-le parti costruiti in tempi diversi ;
-le trasformazioni rispetto all'originale ;
-lo stato di osservazione .

Quindi è evidente che il rilievo può essere condotto in modi diversi ,a seconda dello scopo del rilievo stesso (carattere formale ,storico ,di restauro ,estimativo o archeologico... )

La misurazione

Nella pratica il rilievo prende la misurazione di ogni parte o elemento dell'oggetto .
L'unità di misura è generalmente il metro ;è chiaro che se si tratta di elementi piccoli potranno usare generalmente il centimetro .

La misura si dice "diretta" quando si preleva sul posto direttamente con lo strumento di misurazione ; si dice "indiretta" quando si ricava da altre misure; con procedimenti analitici o si determina con apparecchiature elettriche o ottiche o con altri strumenti elettronici .
L'operazione di misura richiede molte attenzioni e comunque comporta un piccolo errore che chiamano "tolleranza" ,dipende dall'imperfezione degli strumenti e del fattore umano.Nel rilievo architettonico si può considerare un errore di millimetri 0.5-1.5 ,ogni metro di lunghezza ,per cui su una distanza di zone se può avere una tolleranza di 1 a 3 centimetri.

Hai bisogno di aiuto in Architettura, Disegno e grafica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email