blakman di blakman
VIP 9176 punti

Fotografare

La parola "fotografia" deriva dal greco e significa "scrittura di luce". Il principio della fotografia si fonda sull'aver scoperto che alcune sostanze chimiche sono sensibili alla luce e quindi che un materiale reso sensibile alla luce per il passaggio di quelle sostanze è in grado di memorizzare un'immagine. E' questo il caso della pellicola fotografica. Fondamentalmente la tecnica fotografica è costituita da tre fasi: la ripresa, lo sviluppo e la stampa. Decisivo risulta l'occhio del fotografo che non è prodotto semplicemente da un particolare talento, ma deriva anche dalla capacità di sfruttare le possibilità offerte dal mezzo fotografico.
L'interesse di una fotografia deriva in particolare dal fatto che un fotografo ha voluto e saputo attendere momenti e situazioni favorevoli. Ciò avviene sia nei riguardi di fenomeni naturali sia di gesti e di situazioni delle persone. Da un punto di vista tecnico tutte le fotografie hanno qualcosa in comune: sono prodotte da una macchina ottica, sono il frutto di un'impressione di luce su una pellicola fotosensibile, dipendono dal suo sviluppo, sono stampate su una carta speciale. Eppure non è da tutto ciò che si valuta la novità e il gusto dell’opera di un fotografo.

Il fotografo, come uno scrittore, può descrivere, cercando cioè di fare cronaca impersonale, può raccontare attraverso un servizio fotografico, egli può parlare in prima persona sulla base del suo sguardo di spettatore. Naturalmente, nel descrivere può riuscire anche a commentare, mostrando nella foto la sua simpatia e il suo sdegno. Può mettere in scena, cercando effetti particolari o addirittura montare e assemblare immagini in laboratorio. Ogni grande fotografo è tale perché riesce a trasmettere al pubblico il significato della sua esplorazione visiva.

Hai bisogno di aiuto in Architettura, Disegno e grafica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove