Ominide 8305 punti

Obbligazioni nel mondo romano


L’obbligazione è un vincolo giuridico: si tratta di un diritto soggettivo relativo in quanto è esperibile nei confronti di un gruppo di persone determinate o determinabili. La definizione di obbligazione sopra indicata risale all’epoca di Giustiniano: essa si distingue dalla concezione di obbligazione vigente in un’età lontana persino per i romani. In origine, infatti, il debitore non era vincolato al creditore tramite un vincolo giuridico; egli era concretamente e fisicamente «ob-ligatus», cioè legato in catene. Sul debitore, dunque, pendeva direttamente una responsabilità. Nel corso del tempo, però, si è giunti a un’idea di obbligazione identica a quella oggi vigente: il vincolo, prima materiale (il debitore era letteralmente legato in catene) si trasforma in un «vinculum iuris», cioè un vincolo giuridico che presuppone un legame tra due persone sulla base del quale un soggetto (debitore) è legato a un altro soggetto (creditore) per l’esecuzione di una prestazione.
il creditore è colui che ripone fiducia nel fatto che il debitore eseguirà correttamente la prestazione. In origine, il debitore non si trovava in una situazione analoga a quella vigente sia in età giustinianea sia attualmente: egli veniva preso in ostaggio nella casa del creditore e si stabiliva quanto farro ogni giorno egli dovesse mangiare e, soprattutto, quanto dovessero essere lunghe le catene che lo vincolavano. Se il debitore non trovava nessuno che lo riscattasse, egli poteva essere venduto come schiavo trans Tiberim e, se nessuno era disposto ad acquisirlo come schiavo egli poteva essere ucciso dal creditore.
Le Istitutiones di Giustiniano, però, mutarono radicalmente la concezione di obbligazione e il rapporto vigente tra debitore e creditore, trasformandolo in un vinculum iuris.
Un’importantissima definizione del diritto romano evidenzia come nel rapporto giuridico vigente tra debitore e creditore vi fosse un soggetto attivo (il creditore, cioè colui che pretendeva l’esecuzione della prestazione), un soggetto passivo (il debitore, tenuto a compiere la suddetta prestazione) e l’oggetto della prestazione, adempiuto dal debitore.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email