Ominide 6537 punti

Istruttoria


Come stabilito dall’articolo 72, ogni progetto di legge sottoposto ad una delle due camere è esaminato da prima da un’apposita commissione e poi dalla camera stessa, che la approva articolo per articolo e con votazione finale.
Fare un’istruttoria vuol dire ricostruire tutti gli elementi giuridici o di fatto che possano aiutare le camere ad adottare una decisione. La fase istruttoria, infatti, è sempre preliminare alla deliberazione.
L’istruttoria si svolge sempre all’interno di una commissione permanente. Le commissioni sono composte da un numero ristretto di deputati o senatori. Ciascuna delle due camere si assume l’onere di comunicare al capo dello stato la composizione delle proprie commissioni. Il collocamento dei membri delle camere in una specifica commissione è solitamente stabilito sulla base della competenza del parlamentare su una particolare materia. Le commissioni interne al parlamento sono quattordici. La proposta di legge viene generalmente sottoposta ad una specifica commissione sulla base della materia di competenza più attinente al disegno di legge in esame. Talvolta, però, risulta difficile circoscrivere l’ambito di competenza di un disegno di legge. In questi casi spetta al presidente della repubblica stabilire presso quale commissione dovrà avere luogo l’istruttoria, cioè quali commissioni siano tenute a esprimere un parere. A tal proposito è importante sottolineare che la commissione del bilancio e la commissione degli affari costituzionali, definite «commissioni filtro», sono sempre chiamate ad esprimere un parere in merito a qualsiasi disegno di legge.
L’istruttoria raccoglie tutti gli elementi utili a valutare necessità, coerenza e conseguenze del progetto di legge esaminato. Nel corso dell’istruttoria, infatti, vengono spesso richieste specificazioni e pareri anche ad organi esterni al parlamento. L’istruttoria, pertanto, si propone di fornire informazioni utili tramite cui stabilire la necessità di un progetto di legge. Essa consente ai commissari di disporre di un quadro completo di tutti i disegni di legge relativi a un unico tema. Solitamente, infatti, esistono moltissime proposte di legge relative a un solo argomento.
L’istruttoria assume informazioni e decide quale testo base proporre all’assemblea. Talvolta, quindi, la proposta di legge presentata in seduta deliberativa non corrisponde con un disegno di legge specifico; essa, infatti, può costituire il punto di incontro, dunque il quadro
riassuntivo, di diversi disegni di legge relativi allo stesso argomento.
L’istruttoria, pertanto, si chiude sempre con una proposta base che è importante nella fase successiva: la deliberazione;
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email