Ominide 24516 punti

Diritto pubblico e diritto privato


Le norme del codice civile o delle altre leggi, che regolano gli istituti del diritto privato, sono norme indifferentemente applicabili a soggetti privati e pubblici, salvo che non sia espressamente precisato che si applicano soltanto ai primi.
Solo quegli istituti che presuppongono, come soggetto, un singolo essere umano, come ad esempio gli istituti del diritto di famiglia o delle successioni a causa di morte sono, ovviamente, applicabili solo a soggetti privati (ma questi istituti non valgono per gli enti pubblici come non valgono per qualsiasi ente o persona giuridica, anche privata).

Dal diritto privato il diritto pubblico si distingue sulla base di due specifici presupposti: anzitutto perché riguarda solo i rapporti ai quali partecipa lo Stato o altro ente pubblico; inoltre, perché riguarda quei rapporti - ed è questo il suo elemento caratterizzante - ai quali lo Stato o altri enti pubblici partecipano quali enti dotati di sovranità.

È possibile definire il diritto pubblico come il sistema di norme che regola i presupposti, le forme e i modi di esercizio della sovranità, ossia della potestà di comando della quale sono investiti gli apparati dello Stato e gli altri enti pubblici che concorrono con essi nell'esercizio della sovranità (come le regioni, gli enti locali e i cosiddetti enti strumentali dello Stato.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email