Video appunto: Canto 23 Purgatorio - Riassunto
-Canto XXIII del Purgatorio-

In questo Canto, Dante e Virgilio si trovano nella sesta (e penultima) Cornice, in cui si trovano i Golosi, ossia coloro che, in vita, desideravano di ingurgitare più di quanto fosse necessario alla loro normale condotta.

Il Canto è divisibile in due parti:

1.
1 - 36: Presentazione dei Golosi;
2. 37 - 133: Incontro con Forese Donati, amico di Dante e parente di sua moglie.

I Golosi subiscono una pena di tipo infernale: sono scarnificati, sembrano scheletri che camminano.
È definibile come Pena del Contrappasso, poiché come in vita pensavano solamente a mangiare, ora sono scarnificati.
Attorno a loro vi erano dei gustosi frutti appesi ad alberi alti, irraggiungibili da essi; vi era anche una fonte d’acqua cristallina, alla quale loro non potevano avvicinarsi, se no la loro pena verrebbe raddoppiata.
Quindi devono vivere nella rinuncia per poter raggiungere il Paradiso.

Dante incontra Forese Donati, poeta italiano (e grande amico di Dante), il quale era solito partecipare a grandi convivi e banchetti, quindi per tale morivo era considerato un goloso.
Donati assume anche una connotazione nostalgica, poiché Dante attraverso di lui ricorda gli eventi passati insieme (tema dell’amicizia).