Ominide 4479 punti

Canto V


Dante scende con Virgilio nel secondo girone dell’inferno e incontra Minosse,il giudice infernale. La sua coda girava attorno al proprio corpo e il numero dei suoi giri indicava il numero del girone in cui l’anima doveva posizionarsi che era quella del peccato più grave. Infatti,mentre nell’inferno viene evidenziato il peccato più grave che l’anima ha fatto nella propria vita,nel purgatorio l’anima deve purificarsi da una serie di peccati e attraversa tutti i sette peccati capitali. Successivamente Minosse ordina a Dante di andarsene ma viene ammonito da Virgilio poiché Dante doveva proseguire il proprio cammino. Durante questa discussione passano alcuni personaggi che rappresentavano gli eroi come Cleopatra,Semiramide e Tristano. Allora Dante domanda a Virgilio chi fossero ed egli gli spiega anche il motivo per cui erano in quel luogo: nella loro vita erano rimasti soggiogati dalla passione che li aveva condotti a fare delle cose sbagliate(Cleopatra si era suicidata). Dante si sente smarrito e chiede di parlare con le due anime che, a differenza di tutte le altre,viaggiavano insieme. Virgilio le fa avvicinare e Dante chiede a Paolo e Francesca il motivo per cui sono lì. Francesca racconta tutta la storia. Successivamente Minosse chiama di nuovo Paolo e Francesca e Dante sviene poiché è rimasto particolarmente colpito dalla storia di Paolo e Francesca. Poiché egli si rende conto che i due da una parte hanno tradito Gianciotto però dimostra tantissima tenerezza nei loro riguardi perché si rende conto che i due giovani sono rimasti vittime del loro innamoramento.
Dante sviene e piange spesso soprattutto nell’Inferno dimostrando una fortissima sensibilità,ma anche nel purgatorio e nel paradiso. Questo ha una funzione all’interno del racconto che è quella di cambiare scena. LUOGHI(?) Nel nono canto del Purgatorio egli si addormenta nella valle dei Re,dove ci sono le anime negligenti che hanno fatto azioni buone solo per desiderio di gloria e sogna di essere rapito da un’aquila e si sveglia quasi spaventato,girandosi intorno si accorge che davanti a lui c’è una roccia grande con una Porta che ha 3 gradini di accesso di tre colori diversi e vicino ad essa c’è il gentile Portinaio,quindi un custode. Virgilio poi gli spiegherà che una donna,Santa Lucia, lo ha trasportato poiché Dante è soggetto alle leggi della natura dato che non ha solo l’anima ma anche il corpo e siccome ha volato ha percepito di essere rapito dall’aquila. I gradini sono di colore diverso poiché attraverso questi tre colori differenti Dante vuole simboleggiare la complessità del cammino per arrivare alla purificazione.
Hai bisogno di aiuto in Inferno?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità