Elo1218 di Elo1218
Ominide 1488 punti

Dante – “L’Inferno”


L’Inferno è concepito da Dante come un profondo abisso a forma di imbuto; questa cavità è stata causata dalla caduta di Lucifero, l’angelo che guidò la ribellione contro Dio e che fu da questi sconfitto e scagliato sulla terra; per la precisione la cavità si formò per il ritrarsi dalla stessa terra dinanzi al precipitare di Lucifero, il quale giunse così al punto più lontano da Dio, al centro della terra.
La profonda voragine infernale è suddivisa in nove cerchi che costituiscono nove gradini digradanti verso il fondo: via via che si scende, i cerchi sono più piccoli e più gravi i peccati da punire.
Nell’Antinferno ci sono gli ignavi, esclusi dal giudizio in quanto esenti da colpe o da meriti, degni solo di disprezzo.
Nel primo cerchio, il Limbo, ci sono le anime ingiuste non battezzate che non hanno conosciuto Dio, essi non sono puniti in nessun modo, ma sono esclusi dalla beatitudine celeste.
Nell’Inferno le anime dei dannati sono vincolate a un unico peccato, quello che ne ha determinato l’atteggiamento della coscienza e nel quale si raccolgono anche le altre eventuali colpe.
L’Inferno è la cantica concepita con più rigore strutturale e geometrico; qui Dio è assente come forza positiva e beatificante, ma la sua potenza si manifesta come ordine e giustizia, separando e distribuendo.
Il lessico e lo stile alternano il registro tragico – sublime e quello comico – infimo; nell’Inferno Dante è indotto a fare ricorso a un registro basso, di intensa violenza espressionistica.
È tipico dell’Inferno il rapporto conflittuale di Dante con le anime che incontra. La discussione nella malvagità dell’ Inferno è anche una progressiva conquista della maturità per il protagonista del viaggio.
Inoltre l’Inferno è stata la cantica più ammirata dai commentatori romantici, portati a sopravvalutare l’aspetto drammatico nel conflitto tra Dante e i dannati.
Hai bisogno di aiuto in Inferno?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email