swat- di swat-
Ominide 975 punti

Il cosmo di Dante (la cosmologia medievale e dantesca)


Nel Medioevo si aveva una concezione di universo completamente diversa da quella attuale. Si pensava che l’universo avesse dimensioni finite, ciò deriva dalla concezione arisotelico-tolemaica. Si diceva quindi che la Terra stesse al centro dell’universo e intorno ad essa ci fossero nove Cieli concentrici (i primi prendevano il nome dai pianeti, fino all’ultimo chiamato Cielo delle Stelle Fisse). Gli uomini del Medioevo adattarono al loro modo di pensare (teocentrismo) la teoria aristotelica. Il confine dell’universo era Dio (nell’alto dei cieli) ed egli stesso era il motore immobile dell’universo (imprime il movimento ai nove cieli); la Terra stava immobile al centro dell’universo. Questa concezione fu presa dalla lettura letterale della Bibbia in un passo dell’Antico Testamento (durante una battaglia), dove il sole sta per tramontare e Gesù, per decidere le sorti di una battaglia, si rivolse al sole dicendo: “Fermati, o sole!”.
La Terra era considerata luogo di imperfezione perché era il pianeta più lontano da Dio.
Dante immagina di fare un viaggio nei tre regni ultraterreni: inferno, purgatorio e paradiso. Secondo lui la Terra era divisa in due emisferi divisi dai confini Est (fiume Gange) e Ovest (Colonne d’Ercole o Stretto di Gibilterra); il sole era presente solo in un emisfero per volta (quando era a Nord non era a Sud e viceversa). Al centro delle terre abitate era situata Gerusalemme. Nel resto di quell’emisfero vi era l’oceano. La Terra era separata dal Cielo della Luna dalla Sfera del Fuoco, quella parte che Dante attraversa per andare dal paradiso terrestre a quello vero e proprio. Dante situa l’inferno esattamente sotto Gerusalemme, fino al centro della Terra; è una voragine sotterranea a forma d’imbuto che arriva fino al centro. Questo vuoto si è creato quando Lucifero fu scagliato dal paradiso. Lucifero era un bellissimo angelo, che però aveva osato ribellarsi a Dio. Secondo Dante, Lucifero era stato scagliato sulla Terra che, inorridita, si era spaccata facendolo precipitare al suo centro. Diametralmente opposto a Gerusalemme si trova il monte del Purgatorio. La sede di Dio è chiamata Empireo; tra l’Empireo e i nove Cieli vi è la Candida Rosa o Rosa del Beati, collocazione delle anime dei beati.
Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Dante?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email