Ominide 4479 punti

La vita di Dante


Dante nacque a Firenze nel 1265 da una famiglia appartenente alla nobiltà cittadina di tradizione guelfa. Il padre, Alighiero II degli Alighieri, godeva di discrete risorse economiche grazie a qualche possedimento agricolo e allo svolgimento di attività mercantili. La madre, morì quando Dante era ancora bambino. Nel 1277 secondo la tradizione dell’epoca, fu stabilito il matrimonio di Dante, appena dodicenne con Gemma Donati. I due si sposarono ed ebbero 4 figli: Pietro, Giacomo, Giovanni e Beatrice. Sceglie questi nomi perché, Dante dice di aver sostenuto un esame con questi tre Santi prima di raggiungere l’empirio. Il poeta studiò, la grammatica, la retorica, il latino che appartengono tutte all’arte del trivio che è una delle scale per raggiungere la teologia che rappresenta il sapere raccolto tutto insieme in un unità, e questo sapere è chiamato sapere enciclopedico. Dante studia sotto la guida di eminenti insegnanti tra cui Brunetto Latini che Dante descrive come maestro degno di affetto e stima. Svolsero un ruolo rilevante nella formazione del giovane Dante anche gli incontri nel ambiente fiorentino: l’amicizia con grandi poeti del tempo come Guido Cavalcanti che lo avviò infatti all’arte della poesia e lo spinse ad aderire ai moduli dello stilnovo. Protagonista assoluta della lirica d’amore dantesca è Beatrice, vista per la prima volta nel 1274, all’età di nove anni e cantata nella Vita Nuova.

Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Dante?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email