gianmy2 di gianmy2
Ominide 20 punti

La vita nuova


Fin da giovane Dante coltiva la passione per la poesia. Passa attraverso diversi modelli: la lirica cortese e la lirica di ispirazione guittoniana . Poi passa attraverso la fase stilnovistica grazie all’amicizia con Guido Cavalcanti. Di ispirazione cavalcantiana sono i suoi primi versi; da lui infatti Dante riprende in particolare il motivo dell’amore come tormento e sofferenza.
Presto però si libera di questa influenza e si distacca completamente dallo stilnovismo. Egli stesso racconta la svolta nella Vita nuova. La Vita nuova fu composta tra il 1293 e il 1295. Si tratta di un prosimetro cioè un insieme di poesia e prosa. Nell’ opera Dante raccoglie tutte le liriche scritte fino a quel momento facendole precedere da un commento in prosa per spiegare l’occasione di ogni componimento. È come se Dante avesse voluto dare un senso unitario a tutta la sua vita interiore.

Contenuto dell’opera

L’opera può dividersi in tre parti:
1. Gli effetti che l’amore produce sull’amante. In questa parte dante spera nel saluto della donna che egli considera una specie di ricompensa per il suo amore. Il saluto assume un valore salvifico. Come però nei canoni cortesi dante si sforza di tenere nascosta l’identità della donna amata e finge di tenere l’attenzione alla così detta donna dello schermo. Le chiacchiere della gente provocano lo sdegno di Beatrice che gli vieta il saluto e ciò provoca grande sofferenza nel poeta.
2. La lode della donna. Dante comincia a pensare che il saluto non può essere il fine dell’ amore. Trova così godimento nella lode della donna. Infatti la seconda parte contiene tutte le poesie in lode di Beatrice.
3. La morte della gentilissima. Grande sono il dolore e la sofferenza di Dante. Egli trova consolazione in una donna gentile ma Beatrice appare in visione al poeta e cosi egli approda al cosiddetto amore mistico. Attraverso la donna e l’amore per lei egli giunge alla contemplazione di Dio. Alla fine dell’ opera Dante racconta di aver avuto un’altra visione che lo avrebbe convinto a non parlare più di questa donna fino a quando non avesse potuto parlarne più degnamente. Il riferimento è alla Beatrice del Paradiso.

L’opera racchiude un insieme di significati: è infatti una esperienza sentimentale che unisce insieme vita e poesia. Ci sono critici che considerano l’opera un documento autobiografico e critici che ritengono l’opera solo una trascrizione da parte del poeta di idee e sentimenti. In realtà l’opera non è nè l’una nè l’altra cosa. Di certo in essa ci sono esperienze reali ma Dante poi riesce a rendere universalmente valide le sue vicende personali.

Significati segreti dell’opera

Le tre parti del libro trovano corrispondenza in 3 diversi stadi dell’amore.
• Alla prima parte, che racconta gli effetti che l’amore produce sull’amante, corrisponde la fase dell’amore cortese (saluto);
• Alla seconda parte, la lode della donna, corrisponde lo stadio dell’ amore fine a se stesso (contemplazione della donna);
• Alla terza parte, la morte della gentilissima, fa capo lo stadio dell’ amore mistico, contemplazione di Dio.
Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Dante?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email