MiCo9 di MiCo9
Erectus 1005 punti

Donne ch'avete intelletto d'amare

In questa poesia Dante, ispirato da Beatrice e dalla sua beatitudine, espone una lode dedicata alle donne aventi cuore gentile e capaci di "agghiacciare" o salvare un cuore villano. I temi che ricorrono son puramente stilnovisti ai quali però viene aggiunto l'elemento religioso. La prima strofa spiega le ragioni della composizione della canzone: sfogare i sentimenti causati dal dio Amore. La tranquillita' di Dante nell'esprimere i suoi pensieri e' sottolineata dall'assenza di enjambemant, cosa che rende il componimento più lento. Compare l'elemento religioso, alcuni angeli infatti, notando la bellezza di Beatrice pregano Dio (attraverso un linguaggio "metafisico) di accogliere la donna in paradiso. Questa strofa allude al fatto che presto ella morirà, perciò questo evento non ha altra spiegazione se non appunto di desiderio degli spiriti celesti di averla come compagna. Nei vv. 24-28 accorre proprio Dio che si rivolge agli angeli non concedendogli ciò perché sa che sulla Terra vi è qualcuno per la cui morte si dispiacerebbe troppo: Dante salva per questo i mortali dalla privazione di una figura tanto beata. Riallacciandosi a quanto detto, Dante afferma che la sua ora è ormai vicina ma che la sua gentilezza può ancora sollevare gli spiriti maligni a vedere la luce. Verso la fine della poesia vengono elencate alcune caratteristiche fisiche della donna miste a tratti puramente mistico - mitologici. Quindi mentre la sua pelle e' color perla, simbolo di purezza, gli occhi sono di colore rosso e sono capaci di attirare persino gli spiriti d'amore.

Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Dante?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email