Nelle trasformazioni fisiche, la materia cambia il suo aspetto esteriore ma non la sua struttura. Nelle trasformazioni chimiche la materia cambia sia l'aspetto che la struttura. I passaggi di stato sono esempi di trasformazioni fisiche.
I materiali possono distinguersi in due grandi gruppi: omogenei ed eterogenei.
Parliamo di materiali omogenei quando c'è una distribuzione uniforme di particelle. Questo gruppo contiene due sottogruppi: soluzioni e sostanze.
Le soluzioni sono miscele omogenee costituite da soluto e solvente.
Le sostanze si dividono in elementi, ovvero formati dallo stesso tipo di atomo, e composti, ovvero formati da tipi diversi di atomi.
Parliamo di materiali eterogenei quando la distribuzione delle particelle non risulta essere uniforme.
L'atomo è la particella più piccola della materia. Dall'Unione di due o più atomi si ottengono differenti molecole.

Le particelle fondamentali dell'atomo sono tre: gli elettroni, i protoni e i neutroni.
Gli elettroni hanno una carica negativa e una massa di 9,1*10-28.
I protoni hanno una carica positiva e una massa di 1,66*10-24.
I neutroni non hanno alcuna carica e hanno una massa di circa 1,66*10-24.
Il numero di protoni, che in un atomo neutro è uguale al numero degli elettroni, prende il nome di numero atomico e si indica con la lettera Z maiuscola. La somma dei protoni e dei neutroni prende il nome di numero di massa e si indica con la lettera A maiuscola.
Gli isotopi sono atomi dello stesso elemento che hanno lo stesso numero atomico ma diverso numero di massa.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Trasformazioni chimiche e fisiche