Ominide 117 punti

Tavola periodica

Legge della periodicità: “Le proprietà degli elementi chimici sono funzioni periodiche del loro numero atomico.”
Gli elementi della tavola periodica (quelli conosciuti sono 118) sono sistemati in modo che quelli dalle proprietà chimico-fisiche simili si trovino tutti nella stessa colonna (il gruppo). I gruppi sono generalmente divisi in due sottoinsiemi: A e B. Gli elementi del gruppo A sono quelli che vanno dai metalli alcalini ai gas nobili (esclusi ovviamente i metalli di transizione che appartengono al sottogruppo B). Entrambi sono numerati da 1 a 8.
Le file orizzontali della tavola sono invece i periodi, numerati da 1 a 7. Oltre ad altre proprietà periodiche, indicano il livello energetico dell’atomo.
La tavola periodica può essere divisa in diverse regioni, in base non solo – come detto prima – alle proprietà fisico-chimiche degli elementi, ma anche in base al loro comportamento. Ci sono infatti elementi che si definiscono metalli, altri metalloidi e altri non metalli proprio per il modo in cui reagiscono e si trovano in natura.

Metalli

I metalli sono duttili, malleabili e possono formare leghe (soluzioni di più metalli). Sono tutti solidi, eccezion fatta per il Mercurio (Hg) che è liquido a temperatura ambiente. I metalli giacciono tutti sulla parte sinistra della tavola; andando verso destra lungo il periodo, infatti, le proprietà metalliche si fanno meno rilevanti fino a scomparire. Ciò che caratterizza i metalli è il tipo di legame particolare che formano i loro atomi, il legame metallico. A differenza degli altri legami chimici, questo tipo di legame forma una nuvola elettronica – delle bande – in cui gli orbitali molecolari si sovrappongono energeticamente fino a non essere più distinguibili. Dato che la differenza energetica tra le bande è piccolissima, un metallo può assorbire energia a qualsiasi lunghezza d’onda. Per questo i metalli sono ottimi conduttori di corrente elettrica.

Metalloidi

Dei metalloidi fanno parte tutti quegli elementi che fanno da “parete divisoria” fra metalli e non metalli. Questi elementi hanno delle caratteristiche comuni ai metalli (come la conduttività) ma possiedono proprietà chimiche accomunabili ai non metalli.
Tra i metalloidi abbiamo:
• Boro (B)
• Silicio (Si)
• Arsenico (As)
• Stagno (Sn)
• Antimonio (Sb)
• Tellurio (Te)

Non metalli

I non metalli si trovano nella porzione destra della tavola periodica e sono gli elementi con i valori di elettronegatività più alta. Possono avere diversi stati della materia; alcuni sono solidi (carbonio, fosforo, zolfo e iodio), gassosi (ossigeno, azoto, fluoro e cloro) o liquidi (bromo). Non conducono l’elettricità, a differenza dei metalli. Tuttavia, quando il carbonio si trova sotto forma di grafite è capace di condurre elettricità.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email