Ominide 6603 punti

La Tavola Periodica attuale

La Tavola Periodica attuale differisce da quella proposta da Mendeleev principalmente nell'ordinamento degli elementi: questi sono elencati per numero atomico crescente (e non più per massa atomica), secondo la formulazione proposta per la prima volta dal fisico inglese Henry Moseley.
La Tavola Periodica moderna tiene anche conto del fatto che periodicamente, cioé a intervalli regolari di numero atomico, si trovano elementi con proprietà chimiche simili che vengono raggruppati in colonna.
La tabella ottenuta quindi é formata da righe, chiamate periodi, in cui le caratteristiche chimiche variano con continuità, gradualmente, e da colonne, dette gruppi, che riuniscono elementi aventi simile comportamento chimico. I periodi sono 7 e i gruppi sono 18.
In molte tavole periodiche si riporta ancora la vecchia divisione in gruppi principali (o gruppi A) numerati da 1 a 8 frequentemente espressi in numeri romani, e in gruppi B numerati da 1 a 10, in quanto é una razionalizzazione funzionale oltre che tradizionale, ed è ancora molto utilizzata: anche questo testo vi farà riferimento. Alcuni gruppi della Tavola Periodica si caratterizzano per nomi che da lungo tempo hanno assunto per tradizione.

Ricordiamo comunque che la IUPAC (International Union of Pure and Applied Chemistry, l'Unione Internazionale di Chimica Pura e Applicata, organizzazione internazionale formata dalle varie società chimiche nazionali che si occupa tra l'altro di uniformare linguaggio e strumenti della chimica e in particolare presiede la nomenclatura) ha introdotto una semplice numerazione da 1 a 18 senza distinguere in gruppi A e B.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email