Corra96 di Corra96
Habilis 3571 punti

La solubilità


Per quanto riguarda la solubilità vale la regola “il simile scioglie il simile” ovvero i solventi polari come l’acqua sciolgono i composti ionici e covalenti polari (sali, alcoli ecc…), mentre non sciolgono i composti covalenti apolari. Al contrario, i solventi apolari (come C6H6, il benzene) sciolgono i composti covalenti apolari, mentre non sciolgono i composti ionici e covalenti polari.
Un tipico esempio è dato dall’acqua, dal sapone e dal grasso. L’acqua è polare, il grasso è apolare, quindi di per sé l’acqua non riuscirebbe a sciogliere il grasso. Il sapone è una sostanza che permette di sciogliere un soluto apolare in un solvente polare. Alcune sostanze che formano il sapone, come ad esempio il palmitato di sodio (C15H31COONa)(ma anche altre sostanze) presentano una coda apolare idrofobica, che quindi si lega a sostanze apolari come il grasso, e una testa polare idrofila che si lega a sostanze polari, come l’acqua.
Le teste polari si legano con legami a idrogeno all’acqua. La coda apolare interagisce con la goccia di grasso, anch'essa apolare. Secondo la regola "il simile scioglie il simile" in questo modo, attraverso il lavaggio con l’acqua e lo sfregamento, si riesce a rimuovere il grasso.
Nell'industria dei saponi e dei detergenti si sfrutta proprio questo principio.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email