sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Nome dei Sali-


I Sali sono dei composti che si originano per reazione tra dei composti derivati da un Metallo e da un qualunque composto derivato da un Non-Metallo.
Un Sale è, quindi, composto da una parte metallica (catione), e da una parte non-metallica (anione).
La formula di un Sale è formata dal simbolo del Metallo, seguito dal simbolo del Radicale Acido.
Quando è presente un Radicale Acido formato da più Atomi in un numero superiore ad uno, si scrive tra parentesi il suo simbolo, fatto seguire da un indice in basso a destra (ad esempio: Al2(SO4)3).

Per quanto riguarda la nomenclatura tradizionale, si prende l’attributo del corrispondente radicale acido, seguito dal nome dello ione positivo con i suffissi ‘-oso’ od ‘-ico’ (esempio: Solfato Ferrico, Fe2(SO4)3).

Per quanto riguarda la nomenclatura IUPAC, il nome del sale va ricavato da quello del corrispondente radicale acido; dopo questo va messo il nome del metallo, preceduto dai prefissi che indicano il numero di atomi metallici presenti.

Se il radicale acido compare tra parentesi, il nome dello ione è preceduto da ‘bis-‘ per due, ‘tris-‘ per tre, ecc…

Ad esempio: Fe2(SO3)3 → Solfito Ferrico / Tris(triossosolfato) di Diferro.
FeSO3 → Solfito Ferroso / Triossosolfato di Ferro.

Esistono dei Sali formati da Radicali Acidi che contengono ancora degli Idrogeni e sono detti Sali Acidi; per indicare la presenza dell’Idrogeno, si mette prima del resto del nome il prefisso ‘Idrogeno’.

Ad Esempio: KHCO3 → Idrogenocarbonato di Potassio / Idrogenotriossocarbonato di Potassio

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email