Ominide 470 punti

I legami

L'elettronegatività: è la grandezza che misura la tendenza di un atomo ad attirare gli elettroni coinvolti nel legame.

Il legame ionico: è l'attrazione elettrostatica tra due ioni di carica opposta.
( Un esempio è il cloruro di sodio NaCl dove il cloro cede al sodio un elettrone )

Il legame covalente: è la forza di attrazione che si instaura tra atomi che condividono una o più coppie di elettroni.
( Un esempio è l'ossigeno O2 che in natura si presenta con due atomi di ossigeno legati dal legame covalente )
La differenza di elettronegatività in un legame covalente è massimo di 1,9 ( Δe>1,9 ).
Un legame covalente può essere singolo,doppio o triplo.Inoltre ci sono i legami covalenti omopolari e quelli eteropolari.Nei legami eteropolari si distinguono un polo positivo indicato con δ+ (delta più) ed un polo negativo indicato con δ- (delta meno).

Il legame metallico si crea tra due o più metalli che cedono uno o più elettroni per completare il guscio di valenza,ovvero l'ultimo guscio dell'atomo.
Questi atomi diventano quindi ioni e si uniscono con gli elettroni ceduti che orbitano intorno alla molecola formatasi.
(Un esempio è il litio Li3 che in natura si presenta in molecole aventi tre atomi di litio legati da un legame metallico).

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email