Questo appunto contiene un allegato
Acque scaricato 13 volte

Acque

Le acque si possono classificare in:

Sotterranee;
Superficiali;
Meteoriche.

Le acque sotterranee sono quelle che si trovano nel sottosuolo.
Queste sono le più potabili grazie all'azione depurante delle rocce.
Contengono la quantità di sali minerali giusti perchè essa possa essere bevuta.

Le acque superficiali sono quelle che troviamo riversate nei fiumi, nei laghi, e nei mari.
Sono molto diverse fra di loro per quantità di sali e sostanze presenti in esse.

Delle acque meteoriche ne fanno parte le precipitazioni: pioggia, neve, grandine.
Queste sono quasi prive di sali.
Inoltre, possono contenere alcune sostanze tossiche nocive per il nostro organismo.

Proprietà delle acque potabili:

Le proprietà delle acque potabili possono essere:
Organolettiche;
Chimico-fisiche;

Microbiologiche.

Un acqua potabile deve essere: limpida, incolore, inodore ed insapore. Tuttavia alcuni ioni come Ca2+ e Mg2+ possono dare sapori non gradevoli al gusto pur non rappresentando un problema.

La temperatura guida deve essere all'incirca 12 °C;
Il pH deve essere tra il 6,5 e 7,5;
Il residuo fisso, che indica il contenuto di sali minerali, deve essere non superiore ai 1500 mg/L;

Nelle acque devono essere assenti:
Microrganismi patogeni;
Microrganismi coliformi;
Microrganismi del genere Clostridium.

La durezza:
La durezza è un parametro importante di cui tener conto; una durezza eccessiva pur non rendendo non potabile l'acqua la rende non adatta ad alcuni usi industriali.
La durezza delle acque è dovuta alla presenza di ioni Ca2+ e Mg2+.
La durezza si misura in Gradi Francesi.
Essa può essere temporanea o permanente.

La durezza temporanea è dovuta alla presenza di ioni Bicarbonato HCO³ˉ (accanto ad Mg2+ e Ca2+).
Può essere eliminata scaldando l'acqua a circa 85°C.

La durezza permanente è dovuta alla presenza di ioni Nitrato, Cloruro, Fosfato e Silicato (accanto a ioni Ca2+ e Mg2+).
Può essere eliminata con resine scambiatrici di ioni.

Nel caso in cui l'acqua fosse troppo dura, a caldo tende a depositarci il calcare (CaCO3) e il Carbonato di Magnesio (MgCO3).
Inoltre le acque dure tendono a consumare una quantità maggiore di saponi, tensioattivi e coloranti.
Gli ioni Ca2+ danno all'acqua un sapore terroso, mentre l'Mg2+ da un sapore amaro.

Potabilizzazione:
Sedimentazione: l'acqua entra in grandi vasche e i materiali più pesanti vanno verso il fondo.

Chiariflocculazione: si aggiunge lo ione alluminio (Al3+) all'acqua che forma idrossido di alluminio, il quale è un solido gelatinoso che nel formarsi ingloba quella parte di materiale solido non sedimentato in precedenza.
Eventuale filtrazione con filtri a sabbia.
Areazione: serve per eliminare i cattivi odori dall'acqua; si insuffla dell'aria pulita nell'acqua oppure si fa passare l'acqua a pioggia attraverso una corrente di aria pulita.

Trattamento con carboni attivi: serve per frenare molte sostanze organiche che possono provocare vari problemi. I carboni attivi catturano in superficie le sostanze organiche.
Sterilizzazione: è l'eliminazione della carica microbica dell'acqua. Può essere eseguita con metodi chimici e fisici.
Metodi chimici: uso di cloro e ozono.
Metodi fisici: alte temperature, raggi UV ed ultra-suoni.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email