Corra96 di Corra96
Habilis 3571 punti

Abbassamento della tensione di vapore


La pressione di vapore (o tensione di vapore) di una sostanza o di una miscela liquida è la pressione parziale (la pressione parziale di un componente di una miscela di gas è la pressione che questo avrebbe qualora occupasse, da solo, il volume a disposizione dell'intera miscela) del suo vapore quando si raggiunge l'equilibrio fra la fase liquida e quella aeriforme.
Si consideri una soluzione diluita del soluto non volatile B nel solvente A, a temperatura costante. La tensione di vapore di una soluzione contenente un soluto non volatile è sempre inferiore a quella del solvente puro. Per la legge di Raoult, la tensione di vapore di una soluzione ideale è pari alla somma delle tensioni di vapore dei componenti, ciascuna moltiplicata per la rispettiva frazione molare nella fase liquida.
La tensione di vapore della soluzione è data dalla legge di Raoult:
P_soluzione=P_A+P_B=X_A 〖P°〗_A+X_B 〖P°〗_B
Si può dire che il termine B sia trascurabile, e di conseguenza che X_B 〖P°〗_B sia trascurabile perché:
La soluzione è diluita, quindi X_B è piccolo;
Il soluto è non volatile, quindi 〖P°〗_Bè piccolo.
Di conseguenza si può dire che:
P_soluzione≅X_A 〖P°〗_A
P_soluzione=X_A 〖P°〗_A
Poiché X_A=1-X_B si può dire che:
P_soluzione=(1-X_B ) 〖P°〗_A=〖P°〗_A-X_B 〖P°〗_A
Da cui si ricava:
(〖P°〗_A-P)/〖P°〗_A =∆P/〖P°〗_A =X_B
Dove ∆P è l’abbassamento relativo della tensione di vapore della soluzione, 〖P°〗_A è la tensione di vapore del solvente puro, X_B è la frazione molare del soluto B.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email