Japif di Japif
Ominide 12 punti

-Cos’é?

É un tipo di microscopio che utilizza la luce con lunghezza d’onda dall’infrarosso all’ultravioletto per permettere la visione dei campioni esaminati.

-Qual’é la sua struttura?

Un comune microscopio ottico é composto principalmente dalle seguenti parti:
-Oculare: Dove si appoggia l’occhio (o entrambi gli occhi) per vedere l’oggetto ingrandito.
-Obiettivo: Composto dalle lenti, é l’organo che permette la visione ingrandita degli oggetti.
-Statico: La struttura principale del microscopio.
-Tavolino portaoggetti: Zona al di sotto dell’obiettivo, é il luogo dove vengono posti i campioni da osservare
-Manopole per la messa a fuoco: Manopole attraverso le quali si regola la distanza tra il tavolino portaoggetti e l’obiettivo per mettere a fuoco il campione da osservare.

-Come funziona?

Attraverso un sistema di illuminazione posto al di sotto del tavolino portaoggetti il campione viene attraversato dalla luce, a questo punto attraverso l’oculare si puó osservare l’oggetto ingrandito di tante volte quante sono quelle riportate sull’obiettivo.
-Che risoluzione ha?
Il potere risolutivo di un microscopio ottico é di circa 0,3 millesimi di millimetro.

-Cos’é il potere risolutivo?

Il potere risolutivo si misura con i sottomultipli del metro e rappresenta la distanza minima alla quale due punti devono trovarsi tra loro per essere distinti come due punti distinti.

-Su un microscopio ottico vi é un solo obiettivo?

No, solitamente sono presenti 4 obiettivi:
-Rosso: con un ingrandimento dell’immagine di 4 volte la dimensione reale.
-Giallo: con un ingrandimento dell’immagine di 10 volte la dimensione reale.
Blu: con un ingrandimento dell’immagine di 40 volte la dimensione reale.
Bianco: con un ingrandimento dell’immagine di 100 volte la dimensione reale.
Hai bisogno di aiuto in Nozioni basilari?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Microscopio ottico