Video appunto: Basi del pensiero biologico moderno

Le basi del pensiero biologico moderno



• Biogenesi (Spallanzani e Pasteur): tutti gli organismi viventi derivano dalla riproduzione di organismi pre-esistenti;
• Teoria cellulare (Schleiden e Schwann): tutti gli organismi viventi hanno come unità funzionale la cellula;
• Teoria evoluzionistica (Darwin): tutti gli organismi viventi sono legati l’uno all’altro perché discendono da un antenato comune;
• Leggi dell’ereditarietà (Mendel): i caratteri ereditari vengono trasmessi di generazione in generazione con modalità precise;
Darwin non conobbe mai il lavoro di Mendel perché Darwin era britannico, Mendel invece era un monaco della Repubblica Cieca che condusse i suoi studi solamente all’interno della comunità religiosa.
Successivamente però Mendel decise di mandare a Darwin una copia dei suoi studi, fu però snobbato dall’inglese che reputò il l’operato di Mendel un semplice lavoro di botanica.
• Teoria cromosomica (Sutton e Boveri): i cromosomi sono i veicoli dei caratteri ereditari che si trasmettono con le modalità descritte da Mendel.

La cellula può essere procariote, caratteristica dei primi organismi formatesi, se priva di compartimenti, oppure eucariote. I procarioti, che possono essere solamente unicellulari, si dividono in eubatteri e archea, gli eucarioti invece, che possono essere unicellulari o pluricellulari, si dividono in protisti, funghi, animali e piante.