Ominide 2471 punti

Splicing


Lo splicing consiste nell’eliminazione di cellule non codificanti. Queste parti stanno nei geni e vengono chiamate introni. Quando l’RNA messaggero è stato trascritto non è maturo; deve compiere la maturazione del DNA, chiamata splicing. Gli introni vengono eliminati e gli esoni vengono montati in modi diversi.
Lo spliceosoma (gli enzimi che fanno lo splicing) legge gli introni. Lo splicing viene determinato soprattutto dalle giunzioni di splicing (il punto in cui l’introne entra in contatto con l’esone). Queste proteine leggono le sequenze degli introni. Esisterebbe quindi forse un codice intronico che regola l’espressione genica. Lo splicing sono ribunucleoproteine (proteine che funzionano insieme a parti di DNA). Le giunzioni di splicing interagiscono tra di loro, creando forme tridimensionali, e si staccano. Quando si parla dello splicing alternativo i tagli vengono coordinati per fare in modo che si formi una struttura globale; ci sono quindi altre proteine in gioco. La struttura della cellula è molto organizzata e ci sono parti che non si vedono, come nel citoscheletro.
L’RNA messaggero viene stabilizzato dalla GTP.
Lo splicing ha una regolazione più complessa di quanto si pensi.
La fabbricazione della proteina la fanno i ribosomi, formati da 2 subunità, dove si infila l’mRNA, maturo. Ogni 3 nucleotidi si forma un codone; il tRNA ha un anticodone che si incastra con il codone. L’mRNA scorre ed ogni 3 nucleotidi si forma un amminoacido che forma una catena.
Dentro i ribosomi si ha l’rRNA, che è una parte di ribonucleoproteine. L’RNA fa da enzima e nel ribosoma l’RNA funge da ribozima.
Hai bisogno di aiuto in Genetica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email