Video appunto: Teorie sulla nascita della vita e tassonomia

Teorie sulla nascita della vita



Oparin nel 1924 affermò che i primi organismi, i protobionti/protocellule, furono prodotti da una reazione chimica realizzatasi in 4 tappe durate circa 1 miliardo di anni. Innanzitutto vi è stato una sintesi abiotica di piccole molecole organiche, i monomeri, poi le stesse si condensarono in polimeri, poi inglobati in gocce lipidiche, le protocellule, formatesi grazie alla nascita di fosfolipidi, e infine vi fu la comparsa di processi di autoreplicazione delle protocellule.

Nel 1953 di Urey e Miller invece simularono l’atmosfera primordiale e dimostrarono così che in quelle condizioni è possibile si formino composti fondamentali per la vita come la glicina e la formamide.
Taluni ritengono anche che la vita possa aver avuto un’origine extraterrestre. A favore di questa teoria nel 1996 fu trovato un meteorite arrivato da Marte 4,5 miliardi di anni fa, all’interno del quale vi erano frammenti di microorganismi.
Tassonomia
Gli organismi viventi si classificano secondo le regole proposte da Linneo, ossia attraverso una nomenclatura binomiale, costituita dal genere (sostantivo con lettera maiuscola) e dalla specie (aggettivo).
La specie è l’unità fondamentale della tassonomia, definisce un gruppo di individui con caratteristiche simili e capaci di accoppiarsi e produrre prole fertile. La specie è infine compresa in un genere, in una famiglia, in un ordine, in una classe, in phylum, in un regno e in un dominio.