Video appunto: Teoria evoluzionistica

Teoria evoluzionistica



La teoria evoluzionistica di Charles Robert Darwin nato a Shrewsbury il 12 febbraio 1809 e morto a Londra il 19 aprile 1882 afferma che tutti gli organismi sono legati da un filo ininterrotto perché discendenti da un unico sistema vivente o da sistemi viventi ancestrali (=con antenati comuni), instaura quindi un ordine nella varietà degli organismi, fornisce poi una spiegazione causale del mondo vivente e della sua eterogeneità.


Fu elaborata da Charles Robert Darwin mentre circumnavigò i continenti con la marina americana. Egli infatti, riflettendo sulle affinità tra organismi viventi e sulla distribuzione geografica degli stessi, pur essendo cristiano, disse che era improbabile che gli organismi fossero stati creati contemporaneamente, al contrario le specie deriverebbero per variazione da altre specie pre-esistenti. Secondo Darwin le variazioni sono prodotte da cambiamenti casuali ed ereditabili, e sta proprio nella casualità l’innovazione di Darwin che poté così superare la teoria dell’ereditarietà dei caratteri acquisiti di Jean-Baptiste de Lamark. Su tali variazioni agisce poi la selezione naturale che assicura la sopravvivenza degli organismi più adatti all’ambiente. Ad essere conservate sono quindi solamente le mutazioni più vantaggiose.