Ominide 4479 punti

Gli invertebrati sono dotati di sistemi di difesa aspecifici basati su barriere fisiche che impediscono l'ingresso di agenti infettivi e sulla fagocitosi attuata dalle cellule infettate che inglobano e digeriscono i materiali estranei. In alcuni casi la fagocitosi può essere attuata da cellule specializzate che sono in grado di comunicare tra loro per mezzo di “messaggeri chimici”. La prima linea di difesa nell'uomo è costituita dalle barriere fisiche che sono la pelle e le mucose della bocca,del naso,delle palpebre e del tratto urogenitale. Il muco è un fluido viscoso in cui rimangono intrappolate le impurità dell'aria che vengono sospinte verso l'alto dalle ciglia dell'epitelio vibratile della mucosa. La loro azione è aiutata da barriere chimiche come le secrezioni delle ghiandole sudoripare e sebacee che creano un pH acido che inibisce la crescita dei batteri,inoltre anche il succo gastrico distrugge la maggior parte dei microrganismi. Anche le lacrime e la saliva contengono una proteina chiamata lisozima che uccide i batteri. Se la pelle o le mucose perdono la loro integrità può formarsi una via libera per gli agenti infettivi. In questo caso la seconda linea difensiva è interna ed è basata sull'azione dei globuli bianchi o leucociti che vengono richiamati da sostanze chimiche e quest'azione è detta chemiotassi. I leucociti sono di diverso tipo:

-granulociti neutrofili che hanno vita breve e sono richiamati per chemiotassi e fuoriescono dai vasi sanguigni e penetrano nei tessuti infetti e fagocitano una serie di batteri e poi muoiono.

Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email