alfag di alfag
Ominide 336 punti

La foglia



La foglia viene chiamata filloma, dunque le piante hanno diversi tipi di fillomi con caratteristiche strutturali e funzionali differenti.
Le foglie subiscono notevoli trasformazioni durante il loro processo evolutivo, diversificandosi in:
- normofilli: normalmente di colore verde, con la funzione di regolare gli
scambi gassosi (traspirazione e respirazione), il bilancio idrico e di fare la
fotosintesi
- embriofilli o cotiledoni: prime foglie differenziate dall'embrione (foglie embrionali), che in alcuni casi possono uscire dal terreno, durante la formazione del fusto, e
avere funzione fotosintetica iniziale
- catafilli o squame: presenti sulle parti sotterranee del germoglio (es. foglie del bulbo della cipolla), con funzione di riserva.
Possiamo anche avere ipsofilli o brattee, antofilli e sporofilli.
Dal punto di vista anatomico, la foglia è simile al fusto, ma mentre il fusto ha una simmetria raggiata, la simmetria della foglia è dorsoventrale, cioè la pagina superiore, detta adassiale, è simmetrica alla pagina inferiore, detta abassiale (non sono completamente identiche; es. foglia di edera → la pagina superiore è più lucente perché contiene più cutina, la pagina inferiore, invece, è molto più ricca di stomi.
La foglia, abbiamo detto, si collega al ramo nel nodo
tramite il picciolo. Se il picciolo è assente, la foglia viene detta sessile.
Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Correlati Foglia
Registrati via email