Sapiens 7299 punti

I metodi di studio della cellula


Gli organuli e le strutture cellulari ,trasparenti e incolori evidenziati mediante l’uso di coloranti che esibiscono affinità per le componenti cellulari.
Prima della colorazione i tessuti vengono sottoposti ad altri trattamenti, quali la fissazione, l’inclusione e il sezionamento.

Preparazione dei tessuti per la microscopia


Mediante fissazione le cellule vengono rese permeabili ai coloranti, mentre le macromolecole cellulari vengono stabilizzate,e ciò preserva le strutture,che così non si alterano né degenerano.
I fissativi utilizzati in microscopia ottica sono l’acido acetico, l’alcool, la formaldeide; nella M.E. vengono usati glutaraldeide, paraformaldeide e tetrossido di osmio.
Dopo la fissazione si effettua l’inclusione del tessuto in un veicolo che indurisce e forma un blocco solido, atto al sezionamento. Per l’inclusione si usano in genere paraffina, resina plastica, cera liquida.
I tessuti vengono quindi sezionati in strati sottili. dello spessore variabile da 1 a 10 um,mediante l’uso di microtomi che utilizzano lame affilate .
Le sezioni del tessuto vengono disposte su vetrini porta oggetto e sottoposte a colorazioni, che permettono la visibilità degli organuli e delle strutture.
In alcune applicazioni i tessuti non vengono inclusi, ma schiacciati o strisciati, come avviene per le colture batteriche o i campioni di sangue.

Cenni sulle colorazioni istologiche


I coloranti usati in istologia sono naturali, di origine animale o vegetale, o di sintesi.
L’ematossilina viene ad esempio estratta dal legno di campeggio e il carminio ricavato da una cocciniglia.
I coloranti più usati sono a base di soluzioni di coloranti organici aromatici. Si suddividono in due gruppi: coloranti acidi e basici. Sono coloranti basici: il blu di metilene, la fucsina basica, il violetto di genziana, il blu di toluidina, la safranina, l’ematossilina.
Sono coloranti acidi: l’eosina, l’orange G, il blu di anilina, la fucsina acida, il Rosso Congo.
I coloranti basici vengono usati per evidenziare il nucleo o la cellula batterica; quelli acidi nelle colorazioni del citoplasma e delle sostanze intercellulari.
Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017