Video appunto: Macrofagi (2)

Macrofagi



Il macrofago è una cellula dotata di numerose funzioni fisiologiche, tra cui quella da cui prende il nome, cioè la fagocitosi. Il macrofago fa parte di una linea di differenziamento che comprende diversi altri tipi cellulari con i quali divide numerose funzioni: si tratta della linea monocitomacrofagica. La cellula in questione può vivere piuttosto a lungo nel connettivo agendo come vedetta, in uno stato quindi di relativa quiescenza.

Quando il macrofago, a riposo e di vedetta, si trova nel connettivo tende ad avere una forma stellata irregolare che presenta dei prolungamenti, come a tastare il terreno circostante. In certe condizioni però, per esempio quando è presente nel tessuto un patogeno, un batterio, un virus o un altro corpo estraneo, i macrofagi residenti (quelli che sono già presenti nel tessuto) si attivano. Questa attivazione è evidente sul piano morfologico perché ritraggono i prolungamenti e assumono una forma ameboide. Nel frattempo, grazie a un meccanismo di richiamo su base molecolare, arrivano dal sangue numerosissime altre cellule della stessa linea di differenziamento: i monociti del
sangue. I mediatori rilasciati (come ad esempio l’istamina) sono responsabili di una reazione fisiologica che quando è eccessiva e patologica prende il nome di reazione allergica o ipersensibilità immediata.