Ominide 1320 punti

La citodieresi

La citodieresi, cioè, la divisione in due della cellula madre, inizia generalmente durante la telofase. Nelle cellule animali la citodieresi avviene grazie a un caratteristico processo di scissione. Il primo segno di tale evento è la comparsa di un solco di divisione, un'invaginazione poco profonda della superficie della cellula. In corrispondenza del solco, il citoplasma presenta un anello di microfilamenti costituiti da actina e miosina (le stesse proteine che intervengono nel meccanismo della contrazione muscolare). Quando i microfilamenti di actina interagiscono con la miosina, l'anello si contrae, e "strozza" la cellula. Il solco si fa più profondo e divide la cellula in due permettendo la formazione di due nuove cellule figlie.
Nelle cellule vegetali, che sono dotate di pareti cellulari rigide, la citodieresi segue un processo diverso. Durante la telofase al centro della cellula madre si raccolgono alcune vescicole, provenienti dall'apparato di Golgi, contenenti la cellulosa e gli altri polisaccaridi che formeranno le future pareti cellulari. Le vescicole si fondono, formando una piastra cellulare, circondata da membrane. Questa struttura si accresce verso l'esterno aggiungendo via via nuove vescicole. Alla fine, quando i bordi esterni della piastra cellulare raggiungono la parete della cellula madre, le due cellule figlie, ognuna circondata da una membrana plasmatica e da una parete cellulare, si separano.

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email