Eterotrofi e autotrofi

Sulla Terra primitiva vi erano 2 gruppi di cellule: gli eterotrofi (organismi che si nutrono degli altri; ne fanno parte gli animali e i funghi) e gli autotrofi (organismi che si nutrono da soli; ne fanno parte le piante e gli organismi unicellulari che sono fotosintetici perché prendono l'energia dal Sole. I batteri sono chemiosintetici perché prendono l'energia dalle reazioni inorganiche).

Teoria cellulare

Il termine cellula nacque grazie all'astronomo inglese Robert Hooke che osservando al microscopio il sughero vide che aveva delle cavità che chiamò celle (piccole stanzette). Nel 1838 il botanico tedesco Matthias Schleiden scoprì che tutti i vegetali erano formati da cellule e solo dal 1858 si capì che se esiste una cellula vuol dire che ce n'era un'altra prima e da qui si giunse alla teoria cellulare che afferma:
-l'esistenza di cellule negli esseri viventi;
-le reazioni chimiche di un organismo;

-la nascita delle cellule da altre cellule;
-il passaggio delle informazioni ereditarie dalla cellula madre alla cellula figlia.

Procarioti ed eucarioti

Le cellule possedevano una membrana cellulare (che separa la cellula dall'esterno) e un materiale genetico (l'informazione ereditaria). Da qui si è giunti alla conclusione che vi sono 2 tipi di cellule: quella procariote (avente un cromosoma di DNA posto nel nucleoide; queste cellule sono piccole. Sono procarioti i batteri e le alghe azzurre)
e quella eucariote (il Dna è lineare e si trova nel nucleo e nel citoplasma; queste cellule sono grandi. Sono eucarioti i protisti che vivono autonomamente e che ccon una sola cellula realizzano tutte le funzioni).

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email