Ominide 4554 punti

Cromatina: la struttura


Mentre nei procarioti i geni si trovano raggruppati in speroni, negli eucarioti sono dispersi nel genoma: è necessario dunque che condividano alcuni elementi di controllo per poter rispondere tutti allo stesso segnale ed essere regolati contemporaneamente. Inoltre, i procarioti dispongono di una sola RNA polimerasi, gli eucarioti ne hanno tre:
- RNA polimerasi I: trascrive il DNA che codifica l’rRNA;
- RNA polimerasi II: trascrive il DNA che codifica l’mRNA e le snRNP;
- RNA polimerasi III: trascrive il DNA che codifica i tRNA.
Oltre alle polimerasi, anche i promotori sono di tipi differenti e alla loro azione si somma quella delle sequenze supplementari che modulano l’intensità del processo di trascrizione genica: un gene eucariotico più essere trascritto di più o di meno, a differenza di un gene procariotico che può essere trascritto o non trascritto.
Inoltre, dal momento che la trascrizione di un gene eucariotico dipende dalla struttura della cromatina, che è la forma in cui gli acidi nucleici si trovano nella cellula, l’espressione genica è regolata da cambiamenti strutturali della cromatina e dei cromosomi. Nei cromosomi degli eucarioti, il DNA è avvolto attorno a proteine chiamate istoni, formando una struttura detta nucleosoma. I nucleosomi bloccano sia l’inizio sia l’allungamento della trascrizione. In un processo denominato rimodellamento della cromatina, due diversi tipi di proteine di rimodellamento si legano al DNA: la prima disgrega il nucleosoma, cosicché il complesso di trascrizione possa legarsi e iniziare la trascrizione; la seconda si lega a un altro nucleosoma permettendo la trascrizione senza dissembrarlo.
Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email