Video appunto: Analoghi delle basi e deaminazione delle basi

Analoghi delle basi e deaminazione delle basi



Il tasso naturale di mutazione del DNA viene incrementato dall’interazione ambientale con agenti chimici e fisici, detti mutageni.
Esistono infatti sostanze chimiche che modificano e/o danneggiano le basi azotate e causano appaiamenti errati.
Mutageni chimici sono ad esempio gli analoghi delle basi, deaminanti, alchilanti che causano mutazioni missenso e agenti intercalanti che causano frameshift.

N.B.: i mutageni franchi si trovano nell’ambiente e modificano direttamente il DNA; promutageni si trovano nell’ambiente con una determinata struttura e l’effetto mutageno lo acquisiscono quando vengono modificati dal nostro metabolismo.
Analoghi delle basi: un analogo delle basi è il 5-bromouracile, il quale presenta tautomeria, ossia può passare da forma chetonica a enolica. Nella forma chetonica il 5-bromouracile viene incorporato al posto della timina, forma perciò due legami idrogeno con l’adenina. Se però il 5-bromouracile passa alla forma enolica, è in grado di formare 3 legami idrogeno con la guanina. Gli analoghi delle basi causano quindi mutazioni puntiformi (transizioni) da coppie AT a GU.
Deaminazione delle basi: a portare alla deaminazione delle basi, ossia alla perdita del gruppo NH2 per adenine e citosine, è ad esempio l’acido nitroso. La citosine divengono così uracili che non sono basi del DNA quindi possono essere rimosse dal BER. Le citosine metilate (5-metilcitosine) però se vengono deaminate divengono timina e quindi non sono correggibili queste mutazioni.