Erectus 1703 punti

Tiroide


La tiroide è la ghiandola endocrina più grossa dell'organismo, è composta da due lobi, posti ai lati della trachea e sotto la laringe, connessi da un istmo. È costituita da cellule cuboidali organizzate in follicoli (3 milioni nell’adulto).
Follicolo tiroideo = unità funzionale della tiroide, struttura sferica delimitato dalle cellule follicolari, che producono gli ormoni tiroidei (T4 e T3).
Colloide = materiale amorfo presente all’interno del follicolo tiroideo
Cellule parafollicolari = hanno un’attività endocrina, producono calcitonina (controllo della calcemia). I bersagli di questo ormoni sono le ossa e il rene.

Formazione degli ormoni tiroidei

Gli ormoni tiroidei vengono sintetizzati a partire da una proteina, tireoglobulina, che si trova all’interno del colloide. I passaggi per la sintesi degli ormoni tiroidei sono:
- Captazione attiva dello iodio dal sangue da parte delle cellule follicolari tramite un meccanismo di simporto sodio-iodio.
- All’interno della cellula follicolare subisce una ossidazione e a questo punto può accedere alla colloide.
- Nella colloide viene usato per iodinare i residui di Tyr (tirosina) presenti nella proteina tireoglobulina (ricca di Tyr): durante la iodinazione, di norma, ad ogni Tyr vengono legati 2 atomi di iodio (DIT). Più raramente ad ogni Tyr si aggancia 1 solo iodio (MIT)  unione tra le Tyr iodinate.
- Spesso (98%) si uniscono tra di loro 2 Tyr che hanno ciascuno 2 atomi di iodio.
--> DIT+DIT = Tiroxina (T4)
- Più raramente (2%) si uniscono 2 Tyr, una con 1 atomo di iodio e l’altra con 2 atomi di iodio.
--> DIT+MIT = Triiodiotironina (T3: è quella con maggior effetto biologico
- Ancora più raramente si forma la “reverse T3”, forma di T3 biologicamente non attiva (la Tyr che porta un solo iodio singolo rimane attaccata alla catena proteica)
Gli ormoni tiroidei così sintetizzati, rimangono depositati nella colloide, ancorati alla tireoglobulina.

Secrezione di ormoni tiroidei

Formazione da parte delle cellule follicolari di vescicole di endocitosi che inglobano porzioni di tireoglobulina e colloide --> fusione con i lisosomi  digestione e liberazione degli ormoni tiroidei attivi, che possono oltrepassare liberamente le membrane ed entrare in circolo.
Controllo della secrezione:
1. Feedback negativo da parte degli ormoni tiroidei stessi: aumento della concentrazione di T3 o altri ormoni tiroidei in circolo --> ipotalamo: riduce il rilascio TRH --> ipofisi: ridotto rilascio TSH --> diminuisce la produzione di ormoni tiroidei da parte della tiroide, e quindi ne diminuiscono anche i livelli ematici.
2. Il TRH è anche sensibile alla temperatura: quando c’è una riduzione della temperatura corporea, viene stimolato il rilascio di TRH, perché gli ormoni tiroidei hanno anche una potente azione calorigena.

Gli ormoni tiroidei passano liberamente le membrane, quindi hanno i propri recettori all’interno del nucleo:
- legame con il recettore intranucleare
- il complesso ormone-recettore si lega al DNA dove regola la trascrizione di diversi geni
- effetti molto ampi sull’intero organismo: vengono prodotte proteine diverse a seconda del programma genetico di ciascuna cellula bersaglio, responsabili dell’effetto finale degli ormoni tiroidei (es. crescita corporea e neuropsichica, effetti sul sistema circolatorio, effetti sul metabolismo…). Una sua carenza nel bambino causa cretinismo tiroideo.

Funzioni degli ormoni tiroidei

1. Stimolano i processi metabolici (sintesi e degradazione). Infatti, la loro presenza a livelli corretti è importante perché sono dei “fini regolatori” dei processi metabolici. Se la tiroide funziona bene, non si notano gli effetti degli ormoni tiroidei, mentre in casi di ipotiroidismo/ipertiroidismo  si osserva uno sbilanciamento su processi metabolici di un certo tipo piuttosto che su altri.
2. Stimola l’accrescimento corporeo e nervoso/sviluppo neuronale (soprattutto sul feto --> se non vengono prodotti abbastanza, si ha cretinismo)
3. Effetto su diversi sistemi e apparati
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità