Ominide 13147 punti

Tessuto epiteliale (o epitelio): è costituito da strati di cellule che formano un rivestimento protettivo sulla superficie esterna del corpo, ma anche intorno a vari organi, cavità e canali interni.
Epiteli semplici: sono strati unicellulari con funzione di diffusione, osmosi, filtrazione, secrezione e assorbimento.
Epiteli pseudostratificati: sono composti da piani multipli di cellule, in cui la distanza dei nuclei cellulari della superficie è varia.
Epiteli stratificati: sono costituiti da due o più strati di cellule che proteggono i tessuti sottostanti.
Membrana basale: è uno strato di matrice extracellulare sul quale poggiano le cellule epiteliali e che ha funzione di fornire loro sostegno e nutrimento.
Ricettori sensoriali: sono costituiti da cellule epiteliali sensoriali che ricevono stimoli dall'esterno e li comunicano al sistema nervoso.
A seconda delle forme delle cellule che li compongono, esistono diversi tipi di tessuto epiteliale:
Epiteliale ciliato: è pseudofortificato e ha una conformazione colonnare con la superficie libera rivestita di cilia.

Epiteliale squamoso: è formato da un singolo strato di cellule appiattite che si saldano l'una all'altra come piastrelle di un pavimento e creano un sottile strato liscio per le superfici che devono solo consentire una rapida diffusione.
Epiteliale cubico: è costituito da cellule dotate di un volume maggiore; possono così contenere gli organuli indispensabili per processi metabolici come l'assorbimento attivo.
Epitelio cilindrico: ha cellule molto allungate in quanto ha una polarità: svolge diverse funzioni sulle due superfici.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email