Video appunto: Sensibilità dei tre tipi di coni

Sensibilità dei tre tipi di coni



I coni sono recettori discriminatori che ci permettono di vedere a colori i dettagli del nostro mondo in condizioni di buona luce. Sono più concentrati nella parte centrale della retina e diminuiscono di numero procedendo verso la periferia della retina.
Situata lateralmente a ciascun punto cieco si trova la fovea centrale, una fossetta che contiene soltanto coni .
Di conseguenza questa è la regione della massima acuità visiva, o il punto della visione più distinta, e qualunque cosa noi vogliamo vedere criticamente è messa a fuoco sulla fovea centrale.
Esistono tre varietà di coni.
Ciascun tipo è sensibile a particolari lunghezze d’onda della luce visibile. Un tipo risponde più energicamente alla luce blu, un altro alla luce verde.
I coni della terza varietà reagiscono a una gamma di lunghezze d’onda che comprende sia il verde sia il rosso. Gli stimoli che la corteccia visiva riceve contemporaneamente da più tipi di coni sono interpretati come colori intermedi.
Per esempio, stimoli simultanei provenienti da recettori del blu e del rosso sono visti come toni del porpora o del violetto. Quando sono stimolati tutti e tre i tipi di coni il colore che si vede è il bianco.
Se qualcuno illumina uno dei nostri occhi con una luce rossa e l’altro con una luce verde, vediamo il colore giallo e ciò indica che la combinazione e l’interpretazione dei colori avviene nell’encefalo e non nella retina.