Video appunto: Secrezione olocrina

Secrezione olocrina



La secrezione olocrina consiste nel distacco di un’intera cellula dall'epitelio che viene poi trascinata fuori dalla ghiandola attraverso il dotto escretore. A questo punto la cellula si frammenta e i suoi prodotti vengono distribuiti. È il meccanismo meno frequente ed è presente solo nella ghiandola sebacea.
Il sebo è una sostanza che si distribuisce sulla superficie del pelo e del capello, e grazie al suo alto contenuto di grasso aiuta a impermeabilizzare la “pelliccia” dell'uomo. È importante sottolineare che nel caso della secrezione olocrina vi è un epitelio pluristratificato e solamente gli strati più superficiali dello stesso si staccano, senza sgualcire la lamina basale.
Per quanto riguarda la secrezione delle ghiandole endocrine la principale differenza con i meccanismi tipici delle ghiandole esocrine è la direzione di secrezione che in questo caso avviene lungo il margine baso-laterale e non apicale. Il meccanismo citologico rappresentato è l'esocitosi: mentre molte ghiandole endocrine secernono peptidi e quindi la secrezione attraverso l’esocitosi è intuitivamente logica, altre ghiandole endocrine secernono steroidi. Le ghiandole che producono steroidi hanno cellule ricchissime di REL impegnato nella sintesi dell’ormone, che avviene in sede citosolica. Per secernere gli steroidi non si può quindi usare l'esocitosi, la modalità di secrezione è ancora non chiara, si pensa che il rilascio avvenga attraverso il doppio strato fosfolipidico per diffusione semplice.