Video appunto: Riconoscimento
Il riconoscimento avviene quando i recettori antigenici, ossia molecole specifiche sulle membrane plasmatiche dei linfociti, riconoscono altrettanto specifici determinanti antigenici, particolari siti per forma e composizione su gli antigeni, in quanto sono compatibili e 2.si adattano perfettamente alla forma del recettore con cui interagiscono chimicamente ed infatti vanno a formare un legame simile a quello tra enzima e substrato.
Ciascun recettore dunque è specifico per un solo determinante, ma il corpo umano arriva a entrare in contatto con tantissimi tipi di antigeni, difatti i virus, batteri, funghi e protisti sono potenziali patogeni che si dividono in molte specie diverse ed includono molti ceppi diversi, che loro volta presentano determinati determinanti antigenici sulla loro superficie: per questo motivo il corpo umano è in grado di rispondere in maniera specifica a 10.000.000 diversi determinanti antigenici.

Tale specificità si ha grazie a cambiamenti genetici durante la maturazione dei linfociti, che li rende immunocompetenti e in grado di produrre un solo tipo di recettore antigienico, tuttavia le proteine presenti nel corpo umano possono essere interpretate come un enorme numero di determinanti antigenici e per questa ragione è importante che i propri linfociti sappiano riconoscere e i propri determinanti antigenici e non aggredirli.