Video appunto: Ossificazione intramembranosa
In sintesi, le due principali modalità di sviluppo delle ossa le possiamo descrivere in questo modo: si parte sempre dal tessuto mesenchimale, ma in un caso si forma direttamente a partire dal mesenchima e in tal caso si parla di ossificazione diretta o intramembranosa. Nell’ossificazione indiretta invece, dal mesenchima origina inizialmente un modello, uno stampo cartilagineo, che successivamente viene sostituito da tessuto osseo, dato che l’ossificazione endocondrale è un meccanismo più complesso è mostrato un campo di tessuto mesenchimale da dove è da poco iniziato un processo di ossificazione diretta (indicato dal cursore).


Questa matrice può essere già considerata di tipo osseo seppur in fase estremamente precoce; il resto del tessuto invece è ancora privo di mineralizzazione, ma ben presto tutto il campo andrà in contro allo stesso tipo di cambiamento. In questa fase iniziale inoltre i tipici osteoblasti epitelioidi polarizzati sono assenti perché il loro particolare fenotipo si manifesta quando le cellule hanno a disposizione una superficie già mineralizzata su cui apporre nuova matrice, ma quando il punto di partenza è il mesenchima questa superficie manca, e di conseguenza le cellule sono meno differenziate e depongono la loro matrice tutto intorno in modo simile a quanto avviene negli altri connettivi come il propriamente detto e la cartilagine.